Eccoci alla seconda puntata del nostro breve percorso, per abbellire il nostro balcone con la lavanda.
rustiche-balcone-lavandaLa lavanda è una pianta molto rustica che ben si adatta a diverse situazioni climatiche, infatti può crescere anche nei terreni aridi e sassosi dove forma bellissimi cespugli viola. Tutti abbiamo ammirato, almeno una volta in fotografia, le distese di lavanda in Provenza!
E’ una pianta perenne con foglie piccole e sempreverdi, i fiori viola sono riuniti in infiorescenze dette spighe. Esistono tante specie di lavanda, la più comune è la Lavandula Officinalis.
Coltivarla è molto semplice: procuratevi un vaso bello grande e poi scegliete voi la tecnica colturale che vi sembra più interessante!
Si possono utilizzare i semi, e allora se ne dovranno interrare parecchi, per essere sicuri di veder spuntare i germogli dalla terra, perchè la lavanda è una pianta che fatica a germogliare.
Altrimenti si può procedere con la tecnica della talea, prelevando a fine estate un rametto di 10-15 cm da una pianta già grandicella. Il rametto va posto nel terriccio e coperto con un foglio di plastica trasparente; quando compaiono i primi germogli vuol dire che la talea ha radicato, quindi si toglie la plastica.
I vasi di lavanda devono essere posti in spazi ben soleggiati e bisogna annaffiarla poco perché la pianta rischia il marciume. Il periodo della fioritura va da Giugno ad Agosto.
Le parti utilizzate sono le sommità fiorite e gli steli. La lavanda ha molteplici proprietà, basti pensare che il suo intenso profumo tiene lontane le zanzare, quindi benvenuto un vaso di lavanda sui nostri balconi!
Inoltre l’olio essenziale ha proprietà sedative, calmanti, antinfiammatorie.
Buona lavanda a tutti!
The following two tabs change content below.

Livia

Sono un'erborista e, spero, di farvi appassionare alle tisane, alle piante aromatiche, alla fitoterapia...insomma a tutto ciò che è natura!

Ultimi post di Livia (vedi tutti)