“Una storia antichissima piena di lavoro incessante di api e  apicoltori, fatto di cura, attenzione, ascolto e osservazione”.

ape mugello pan di sole

le api non lavorano per noi, ma con noi

“Un cammino sempre pieno di sorprese, poiché le api non lavorano per noi, ma con noi e ogni risultato è frutto di mediazioni e di scambio tra ciò che le api istintivamente fanno e ciò che l’apicoltore offre e chiede”.

Ci racconta Mauro dell’azienda Pan di Sole, che produce miele biologico sulle colline mugellane, e continua:

“Ogni stagione di raccolto è una storia a sè, con le sue piogge, i suoi freddi imprevisti, le tempeste di vento inaspettate e il caldo che arriva a volte d’improvviso. I fiori sono in balia di tutta questa variabilità, e le api insieme a loro. Ogni apicoltore resta in attesa. In qualche settimana, il lavoro di un’intero anno può andare a buon fine oppure essere vanificato”.

Ogni miele presenta gli aromi e i sapori di fioriture diverse: il sentore amaro di un bosco che troviamo in un miele di castagno, il profumo caldo di un campo fiorito da cui si raccoglie un millefiori, la delicatezza fresca dei fiori di Robinia che ritroviamo in un miele di Acacia.
Ogni paesaggio si lega ad un miele che, di questo, ci riporta il profumo e il sapore: è un legame fortissimo che unisce fiori, api, mieli e apicoltori.

“Il raccolto è ogni anno diverso: ad esempio, il “millefiori” di uno stesso territorio può avere un sapore sempre leggermente diverso a seconda delle fioriture prevalenti della stagione, e non sempre sono disponibili tutte le varietà di Miele”.

miele pan di sole

Il Mugello è una zona preziosa per le api

Carmen, la moglie, dice:

“Il Mugello è una zona preziosa per le api, con angoli ancora “selvaggi” in cui esse possono volare su zone selvatiche ed incolte.
Le fioriture del Mugello sono abbastanza varie e questo ci permette di avere una produzione variegata di mieli anche con la sola apicoltura stanziale”.

Continua:

“Quando il clima della stagione primaverile lo consente e le Famiglie di Api sono sufficientemente forti cominciamo la stagione con il miele di Ciliegio, seguito poi dall’ Acacia, il Millefiori primaverile, il Tiglio, l’Ailanto, il Castagno e poi ancora il Millefiori estivo e a volte anche il miele di Edera in stagioni particolari.
Infine, la Melata di Bosco, unico miele che le api “creano” non a partire dal nettare dei fiori, ma raccogliendo la secrezione zuccherina emessa da alcuni insetti del bosco (la metcalfa pruinosa) che succhiano la linfa degli alberi assorbendone le sostanze azotate.”

I benefici del miele

Gustosissimo e versatile, il miele è noto per i suoi benefici: alleato cosmetico per la pelle, antico rimedio naturale per piccoli malesseri, importante ingrediente di moltissime ricette, non solamente dolci, e sempre più spesso sfizioso abbinamento nella degustazione dei formaggi.
Ringraziamo ancora Mauro e Carmen dell’azienda biologica Pan di Sole, per averci dedicato il loro tempo.
Ora assaggiate, sperimentate e raccontateci qual è la vostra ricetta preferita con protagonista il miele, alimento così ricco di proprietà!

The following two tabs change content below.

Elena

Da sempre appassionata di ricette, tradizioni e segreti in cucina. Nel tempo libero mi diverto a realizzare dolci casalinghi e a sperimentare, con una preferenza per gli ingredienti di stagione. Il lavoro mi ha fatto avvicinare al mondo dei formaggi che è davvero vasto, non si finisce di scoprirli e apprezzarli. Vorrei condividere qui le preparazioni che più mi incuriosiscono, perché qualcun altro le provi.

Ultimi post di Elena (vedi tutti)