Nell’immaginario comune le pecore vivono in gregge, sorvegliate da un pastore e dal suo cane; è risaputo che dalla loro tosatura si ricava la lana, mentre dalla mungitura, in misura minore ma non per questo meno importante, si ottiene il latte, ingrediente base del formaggio pecorino.

La Pecora

Abbiamo preparato semplici domande e risposte per conoscere meglio la vita della pecora e le sue caratteristiche:

  • Quanti anni vive una pecora? Circa 15 anni.
  • Quanto pesa una pecora adulta? Dai 40 ai 100 kg.
  • Quanto lana produce una pecora? Un vello di pecora contiene circa 1kg di lana.
  • Quale orario di pascolo hanno le pecore? La mattina entro le 8:00 le pecore vengono munte,  poi vanno al pascolo. Rientrano verso le 16:00 per essere munte di nuovo. Nelle giornate estive l’orario di rientro varia fino al tramonto.
  • Quanto latte produce una pecora? All’inizio e alla fine del periodo di lattazione il latte prodotto è pochissimo, nel periodo intermedio supera il litro. La produzione annua di una pecora da latte è di circa 250-300 litri.
  • Per quanti giorni produce latte una pecora in un anno? Per circa 200 giorni, la gestazione invece dura 5 mesi.
  • Quanto formaggio e ricotta si possono ottenere con un litro di latte? Con un litro di latte possiamo ottenere circa 200 gr di formaggio e, dalla lavorazione del siero, 100 gr di ricotta.

In generale, il latte di pecora è più ricco di alcuni nutrienti rispetto a quello di vacca.

I due tipi di latte hanno una percentuale simile di carboidrati (lattosio), mentre esistono differenze notevoli riguardo la quantità, ma soprattutto la qualità, dei grassi e delle proteine.

Il latte di pecora infatti contiene una quantità di grassi quasi doppia rispetto al latte vaccino: i globuli di grasso del latte di pecora sono molto piccoli e difficili da eliminare. Il pecorino risulterà con un contenuto di grassi superiore ai formaggi di latte vaccino.
Il latte ovino è il latte che contiene più proteine; esse sono particolarmente ricche di caseina, che facilita la produzione di formaggi.
Anche il contenuto di vitamine e sali minerali è maggiore rispetto a quello vaccino, per l’abbondanza di calcio, vit D, vit A e vit E, magnesio.

Dal punto di vista del sapore, il latte ovino, sia crudo sia pastorizzato, ha un gusto abbastanza “forte”, e si presenta bianco e viscoso, ed è raro trovarlo in commercio.

Quando parliamo di latte di pecora e dei prodotti che se ne ricavano, subito pensiamo al pecorino.

Noi  vi suggeriamo un assaggio estivo che forse non immaginate: il gelato con latte di pecora! Nel nostro laboratorio di gelateria abbiamo provato a realizzarlo nel gusto più semplice e amato: un fiordilatte particolarmente cremoso e ricco nella consistenza (grazie all’elevata componente grassa), quasi da fare invidia al classico di latte vaccino. Non fatevi ingannare dal vostro olfatto: quel lieve sentore di selvatico, tipico delle pecore che vivono al pascolo, all’aria aperta, non trova corrispondenza al palato, anzi prevarrà la dolcezza (data dal lattosio naturale del latte). Accompagnatelo con una pallina di sorbetto alla frutta, per aumentarne la freschezza!

Scambiamoci suggerimenti e notizie. Se conoscete qualche ricetta con il latte di pecora, o avete fatto qualche esperimento in casa … Anche se trovate una gelateria con il gelato di pecora, siamo curiosi, scriveteci!

 

Salva

The following two tabs change content below.

Livia

Sono un'erborista e, spero, di farvi appassionare alle tisane, alle piante aromatiche, alla fitoterapia...insomma a tutto ciò che è natura!

Ultimi post di Livia (vedi tutti)