La piramide alimentare è uno strumento di facile utilizzo che ci mostra in modo molto semplice ed intuitivo i fondamenti della “sana ed equilibrata alimentazione”.

La piramide alimentare ci deve guidare nella scelta giornaliera degli alimenti e può quindi essere considerata anche un valido aiuto per fare la spesa settimanale, diminuendo così gli sprechi.
Esistono numerose piramidi alimentari, ma noi vogliamo prendere a riferimento la PAT, Piramide Alimentare della Toscana, facendo riferimento quindi agli alimenti tipici della nostra regione, ma soprattutto a quelli della nostra zona, i prodotti locali.
Conoscere la piramide alimentare è quindi fondamentale, oltre che per la nostra salute (numerose malattie sono collegate ad una alimentazione errata o comunque squilibrata), anche per favorire il consumo dei prodotti locali, i famosi prodotti a km zero, con un risparmio economico, dovuto ai minori costi di produzione e di trasporto. I prodotti locali, e ancor meglio di stagione, sono più ricchi di nutrienti e soprattutto più saporiti!

La piramide alimentare della Toscana è formata da 6 sezioni contenenti vari gruppi di alimenti: ciascun gruppo deve essere presente nella nostra dieta in modo proporzionale alla grandezza della sua sezione. Alla base troviamo gli alimenti che possiamo utilizzare più liberamente, mentre al vertice troviamo quelli da consumare con minor frequenza. All’interno dello stesso gruppo è importante variare allo scopo di ottenere un’alimentazione completa; variare è di fondamentale importanza, perché nessun alimento preso singolarmente è in grado di soddisfare tutte le esigenze del nostro organismo.

Piramide Alimentare Toscana

I GRADINI DELLA PIRAMIDE

  1. frutta e verdura: consumare almeno 5 porzioni al giorno, privilegiando quella fresca, di stagione e di produzione locale. Scegliere la frutta e la verdura di tutti i colori: la salute è un arcobaleno di colori!
  2. cereali e derivati, e olio extra vergine di oliva: consumare 2-3 porzioni al giorno. Per quanto riguarda i cereali e i suoi derivati (pane, pasta, ..) si consiglia l’utilizzo di quelli integrali, mentre per quanto riguarda l’olio extra vergine d’oliva se ne consiglia un consumo moderato per il suo contenuto calorico elevato, sia per condire che per cucinare.
  3. legumi, frutta secca e latte: consumare 1-2 porzioni al giorno. I legumi sono ricchi di fibre, i legumi secchi secchi invece di omega-3.
  4. pesce e pollame: consumare 3-4 volte a settimana. Il pesce è ricco di grassi omega-3, quindi si consiglia di mangiarlo almeno 2 volte a settimana.
  5. formaggio, uova e patate: consumare 1-2 volte a settimana. I formaggi sono ricchi di calcio, utile per le ossa, ma dall’altro lato sono ricchi di grassi saturi e colesterolo, così come le uova, per questo il loro consumo deve essere moderato durante la settimana. Le patate invece non vanno considerate come una verdura perché povere di fibre, ma ricche di carboidrati.
  6. carne rossa, salumi e dolci: consumare 1 volta a settimana. Questi prodotti vanno consumati saltuariamente, privilegiando la qualità! Sono infatti ricchi di grassi saturi, pericolosi per il cuore e la circolazione.

Al di fuori dei gradini, ma comunque facenti parte della piramide, e quindi di fondamentale importanza per la nostra salute, troviamo l’acqua, l’attività fisica e il vino.
E’ importante bere almeno uno o due litri di acqua al giorno, abbinare ad una sana alimentazione uno stile di vita attivo (bastano anche solo 30 minuti di passeggiata al giorno!) e, per chi ne fa già uso, bere 1- 2 bicchieri di vino al giorno durante i pasti (protegge dalle malattie cardiovascolari).

Continuate a seguirci per conoscere insieme la piramide alimentare!

The following two tabs change content below.

Lucia

Dietista che ama il cibo sotto ogni punto di vista: salutare, di qualità, ma anche legato alla tradizione e alla famiglia. Vi darò consigli per mangiar sano, divertendosi. Altra mia passione? Il gelato. Eh sì perché una dietista non si può far certo mancare un alimento così buono soprattutto nelle giornate più calde! Mangiar sano non vuol dire privarsi totalmente dei dolci! Ecco perché vi accompagnerò alla scoperta di questo alimento, a partire dalla sua produzione, le sue caratteristiche, ma anche nuovi gusti particolari!

1Pingbacks & Trackbacks on Alimentazione Sana: la Piramide Alimentare